Cosa vedere a Sorrento

Oggi consigliamo cosa vedere a Sorrento (Napoli), ovvero uno dei posti più belli del nostro meraviglioso sud Italia. Prendete appunti sui punti d’interesse in centro e nei dintorni se avete deciso di fare una vacanza o una gita fuori porta di un giorno, 2 giorni, una settimana o anche mezza giornata.

Noi due ci siamo divertiti molto e abbiamo scattato numerose foto spettacolari. Questo posto è talmente affascinante che basta poco per regalare immagini da cartolina.

Siete pronti per prendere appunti? Allora, agenda alla mano, cominciamo il nostro racconto con consigli e foto.

Cosa comprare da mangiare
Cosa comprare da mangiare: Daniele e Daniela nei negozi di souvenir.

Cosa vedere a Sorrento in un giorno

Iniziamo a suggerire cosa vedere a Sorrento in un giorno, in 2 giorni, ma anche a chi sceglie di stare solo mezza giornata invece di un weekend. Ricordate che di mattina, di sera, di notte e in ogni stagione, dall’estate all’inverno, questo luogo è capace di regalare sempre un fascino unico.

Abbiamo inserito i punti principali da non perdere tra le migliori attrattive di questo favoloso luogo della Costiera Sorrentina. Potete approfittare per fare una bella visita anche se vi trovate in Campania nei dintorni, come ad esempio sulla Costiera Amalfitana o a Pompei. Informatevi sugli orari e scoprite come arrivare in treno, in autobus o in auto.

Sorrento centro storico
Sorrento centro storico: vicoli e viuzze da scoprire.

Centro storico di Sorrento

Noi cominciamo la nostra passeggiata nel centro storico di Sorrento in provincia di Napoli.

Corso Italia e Piazza Tasso
Corso Italia e Piazza Tasso in centro.

Partiamo da Piazza Tasso e ci addentriamo subito su Corso Italia, piena di negozi, bar e ristoranti. Qui si respira l’aria di città turistica con tanta gente ed è fantastico passeggiare e fermarsi a mangiare e a bere qualcosa circondati da turisti che provengono da tutto il mondo. Su Corso Italia, con la testa in alto, si possono ammirare i palazzi antichi e il campanile della Cattedrale con orologio in ceramica del ‘700.

Campanile della Cattedrale in Corso Italia
Campanile della Cattedrale con orologio in ceramica del ‘700 in Corso Italia

Siccome questa è la “città dei giardini”, abbiamo visitato il parco di Villa Fiorentino. Entriamo in vicoli e viuzze alla scoperta di scorci caratteristici. Ci sono molti angoli suggestivi.

Villa Fiorentino con parco
Villa Fiorentino con parco, ingresso su Corso Italia.

Tra le stradine, segnatevi via San Cesario, piena di negozi, botteghe per fare shopping e comprare i prodotti tipici del posto, oltre ai locali molto carini per mangiare.

Dopo aver visto la Basilica, andiamo a visitare il porto, Marina Piccola e le spiagge della Marina Grande. Da qui prendiamo l’ascensore per salire in centro. Il prezzo del biglietto singolo per corsa di sola andata o solo ritorno è di 1 euro.

Cosa comprare, negozi di souvenir per fare shopping

Cosa comprare? Ci sono tante botteghe con prodotti di artigianato e negozi di souvenir per fare shopping. Tra i prodotti tipici ci sono i limoni, per cui vi anticipiamo subito che qui si trovano tanti prodotti con l’ingrediente principe a base di limone o con disegni e decorazioni a tema. Biscotti, caramelle, profumi, saponette, anche la pasta al limone si trova. In più, il limoncello è molto conosciuto e si vendono naturalmente le bottiglie di liquore che qui è immancabile.

Negozi di souvenir
Negozi di souvenir con limoncello e prodotti tipici a base di limoni o decorati.

Le chiese e il Duomo

Tra i consigli, includiamo le chiese da visitare, perché non perdiamo mai il patrimonio religioso di un luogo.
Cominciamo su Corso Italia con la Cattedrale dei Santi Filippo e Giacomo, il Duomo di Sorrento.
Ammirate il Duomo all’interno durante gli orari di apertura, perché ci sono opere d’arte di grande valore, come ad esempio le tele. Noi siamo rimasti molto affascinati dall’altare maggiore e dalle decorazioni della navata centrale della Cattedrale.

Duomo di Sorrento
Duomo di Sorrento, la Cattedrale dei Santi Filippo e Giacomo.

In Piazza Sant’Antonino visitiamo la Basilica di Sant’Antonino Abate. All’interno della cripta sono conservate le spoglie del Santo Patrono della città, Sant’Antonino. Segnaliamo anche la presenza dell’osso di balena del miracolo di Sant’Antonino.

Basilica di Sant'Antonino Abate
Basilica di Sant’Antonino Abate, Santo Patrono della città.

Nei pressi della villa comunale consigliamo il Convento di San Francesco e soprattutto il chiostro, molto suggestivo. In più, c’è il Santuario della Madonna del Carmine, ma anche altre chiese se vi appassiona il patrimonio religioso.

Chiostro Convento di San Francesco
Il Chiostro del Convento di San Francesco.
Chiesa del Carmine Piazza Tasso
Chiesa del Carmine in Piazza Tasso.

Porto, lungomare, spiagge e mare

Ci spostiamo al Porto e da qui c’è una vista favolosa, infatti si può vedere il Golfo di Napoli, ma anche il Vesuvio.

Qui cominciamo ad avere il primo contatto con il lungomare del borgo marinaro, le spiagge e il mare di questa favolosa località turistica. Ricordiamo anche che questa è la “città delle sirene”. Secondo una leggenda, qui il mare è abitato da sirene irresistibili, le stesse che tentarono Ulisse con il loro canto.
Dal porto e la Marina Piccola, potete spostarvi anche verso la Marina Grande di Sorrento per cercare le spiagge preferite per fare il bagno durante le vacanze d’estate. Consiglieremo meglio nel periodo estivo, includendo luoghi favolosi come i Bagni della Regina Giovanna.

Belvedere porto e spiagge di Sorrento
Belvedere porto e spiagge di Sorrento con vista panoramica.

Villa comunale e belvedere panoramico

Fate un giro nella villa comunale perché c’è lo spettacolo del belvedere panoramico dall’alto della Penisola Sorrentina. Esistono altre attrattive come il Vallone dei Mulini, il Museo Bottega della Tarsia Lignea e il Museo Correale di Terranova (ingresso con biglietto a pagamento). Segnaliamo anche il Sedil Dominova, Società Operaia del Mutuo Soccorso.

Dove dormire e dove mangiare

Dove dormire e dove mangiare? Per pernottare ci sono numerosi alberghi, B&B, case vacanza e ville. Ci sono hotel di lusso e costosi, magari con piscina, ma anche strutture ricettive più economiche nei dintorni.

Per mangiare si possono trovare ristoranti, pizzerie e bar che permettono di fare colazione, pranzare e cenare in una delle località turistiche più belle del sud Italia. Non a caso la città è frequentata tutto l’anno dai turisti che provengono da tutto il mondo.

Cosa mangiare tra i prodotti tipici della Penisola Sorrentina? Qui dovete assaggiare gli Gnocchi alla Sorrentina (come primi piatti), ma anche il Provolone del Monaco, oltre ai limoni che abbiamo già nominato.

Dove si trova e come arrivare a Sorrento

Adesso vediamo dove si trova Sorrento e come arrivare nel centro storico.

Dove parcheggiare l’auto? Noi in queste zone consigliamo sempre di non usare il proprio mezzo di trasporto, perché conviene muoversi con i mezzi di trasporto pubblici. I parcheggi sono costosi ed è difficile trovare posto libero, si rischia di perdere tempo nel traffico.

Noi usiamo sempre bus e treni e prendiamo come punto di riferimento di arrivo Piazza Giovanni Battista de Curtis.

Per calcolare la distanza e le indicazioni stradali da altre località turistiche nei dintorni, usate la mappa.
Informatevi su orari, prezzi dei biglietti e fermate per treni, circumvesuviana, traghetti o aliscafi. La distanza da Napoli, Amalfi, Positano con le case colorate e altri luoghi della Costiera Amalfitana, ma anche da Pompei o Capri, la potete calcolare tramite le apposite app.

Mare al Porto
Mare al Porto con vista Golfo di Napoli e Vesuvio.

Qui terminano i nostri consigli su cosa visitare a Sorrento in un giorno, ma anche in mezza giornata se siete veloci o in 2 giorni se volete passeggiare con calma. Adesso non vi resta che farci sapere se vi siete divertiti in questa splendida località turistica. Ciao da Daniele e Daniela!