Tricarico (Matera, Basilicata): cosa vedere

In questo nuovo viaggio, DoveAlSud consiglia cosa vedere a Tricarico in provincia di Matera (Basilicata). Daniela ed io abbiamo visitato tutto il caratteristico paese lucano alla ricerca delle principali attrattive.

Il centro storico medievale è ricco di sorprese partendo dalla Torre Normanna, passando dalla Cattedrale e arrivando ai rioni Rabata e Saracena. Noi due ci siamo divertiti molto andando alla scoperta di chiese, piazze, scorci tipici o musei. Abbiamo fatto una bella passeggiata trovando tutto quello che si può visitare nella nota città arabo-normanna.

Tricarico città arabo-normanna.
Tricarico città arabo-normanna, da visitare il centro storico medievale.

Siete pronti a scoprire con noi cosa visitare nella patria del sindaco e poeta Rocco Scotellaro? Allora, seguite me e Daniela e prendete appunti per la vostra gita fuori porta. Pronti? Partiamo virtualmente alla scoperta del comune lucano.

Cosa vedere a Tricarico

Cominciamo a scoprire in dettaglio cosa vedere a Tricarico. Abbiamo dedicato un breve approfondimento per ogni attrattiva turistica da visitare nel borgo antico del paese che si trova in provincia di Matera (Basilicata).

Vi avvisiamo in anticipo che nella città arabo-normanna c’è molto da camminare a piedi tra scalinate, salite ripide e discese. La stanchezza, però, verrà ripagata dalla bellezza del posto.

Torre Normanna di Tricarico e Castello

La Torre Normanna di Tricarico è un vero spettacolo da vedere. Trovandovi sotto vi sentirete minuscoli rispetto a questo grande monumento di forma cilindrica e alto 27 metri.

Torre Normanna Tricarico
Torre Normanna di Tricarico, foto.

Noi due abbiamo visitato l’interno della Torre Normanna diversi anni fa. Abbiamo sperimentato anche l’effetto strano della voce che rimbomba posizionandosi sulla pietra posta al centro della superficie. In pratica si sente rimbombare la voce come in una caverna, anche se non ci sono muri intorno. Questa volta ci siamo limitati a guardare il monumento dall’esterno.

Il Castello Normanno, in seguito, divenne la sede di un monastero di suore di clausura.

Convento di Santa Chiara

Da vedere la chiesa del Convento di Santa Chiara (ex monastero delle Clarisse) e la Cappella del Crocifisso con meravigliosi affreschi del seicento del pittore Pietro Antonio Ferro.

Arco Chiesa e Convento di Santa Chiara
Arco e ingresso Chiesa e Convento di Santa Chiara.
Cappella del Cappella del Croficisso Chiesa di Santa ChiaraChiesa di Santa Chirara
Cappella del Croficisso Chiesa di Santa Chiara, immagine.
Affreschi Cappella del Crocifisso nella Chiesa
Affreschi Cappella del Crocifisso nella Chiesa di Santa Chiara.

Per quanto riguarda gli affreschi, consigliamo vivamente di visitare anche il Convento e Chiesa di Santa Maria del Carmine con un favoloso Cristo Imploratore.

Casa di Rocco Scotellaro

Passeggiando nel centro storico del comune, nella via omonima si può vedere la casa di Rocco Scotellaro di Tricarico.

Il sindaco e poeta lucano è nato proprio in questo paese. Non può mancare assolutamente una visita per vedere dove si trova la casa di Rocco Scotellaro. L’abitazione la riconoscete perché c’è la segnaletica turistica e all’ingresso si vede una targa dedicata al poeta della libertà contadina.

Casa di Rocco Scotellaro a Tricarico
Casa di Rocco Scotellaro a Tricarico, paese in provincia di Matera (Basilicata).

L’ex Convento di San Francesco custodisce la maggior parte della documentazione appartenuta a Rocco Scotellaro. In più, si trova una biblioteca con opere dedicate o scritte da Scotellaro sul meridionalismo.

Palazzo Ducale e Museo Archeologico di Tricarico

Nel centro del comune lucano, precisamente in via Vittorio Veneto, si può vedere il Palazzo Ducale di Tricarico. Attraversando il portone si rivive subito quell’atmosfera che solo i palazzi storici riescono a offrire ai turisti che adorano la bellezza di un borgo antico.

Portone ingresso Palazzo Ducale
Portone di ingresso del Palazzo Ducale di Tricarico.

All’interno delle sale del Palazzo Ducale si può visitare il Museo Archeologico di Tricarico. All’interno si può vedere una mostra permanente di reperti archeologici del territorio tricaricese e delle aree circostanti.
Quali sono i giorni e gli orari di apertura e chiusura del museo? L’apertura al pubblico è prevista dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00. Sabato e domenica l’ingresso è su prenotazione.
Per i visitatori e le visite di gruppo organizzate, consigliamo di contattare il museo di Tricarico (Matera, Basilicata) in anticipo tramite il numero di telefono 0835 726268.

Palazzo Ducale di Tricarico
Palazzo Ducale di Tricarico, immagine vecchia Pretura.

Cattedrale di Santa Maria Assunta

La nostra passeggiata nel centro storico ci porta a visitare la Cattedrale di Tricarico dedicata a Santa Maria Assunta.

Cattedrale di Tricarico
Cattedrale di Tricarico dedicata a Santa Maria Assunta.

All’interno della cattedrale è possibile ammirare le opere d’are, come ad esempio diversi dipinti e le decorazioni a stucco.

Museo Diocesano di Tricarico (Matera, Basilicata)

La passeggiata nel centro storico si arricchisce sempre più di arte, storia e cultura, perché si può visitare il Museo Diocesano di Tricarico (Matera, Basilicata).

All’interno delle sale dedicate nel Palazzo Vescovile (Piazza delle Nocche), abbiamo trovato una signora e un signore molto gentili. Ci riferiamo ai due volontari che si dedicano all’accoglienza dei visitatori che desiderano ammirare gli oggetti religiosi. Tra le diverse cose da vedere presso il Museo Diocesano, ci sono opere di scultura, pitture, ori, arredi liturgici e documenti d’archivio.

Museo Diocesano di Tricarico
Museo Diocesano di Tricarico, la nostra visita.

Per conoscere gli orari di ingresso nei giorni di apertura e chiusura, consigliamo di contattare il Museo Diocesano al numero di telefono 0835 723052.
Tramite questo numero potrete sapere in anticipo se il museo è aperto di mattina o di pomeriggio il giorno in cui decidete di fare la visita. Il costo? L’ingresso è gratis. Potete lasciare un’offerta facoltativa.

Centro storico di Tricarico

Visitando le varie attrattive tra monumenti, piazze e musei, la passeggiata a piedi nel centro storico di Tricarico si fa sempre più intensa di emozioni. La città arabo-normanna riesce a regalare numerosi angoli suggestivi.

Il centro storico medievale è davvero meraviglioso e ricco di sorprese tra palazzi storici, archi, porte di ingresso, casette, portali in pietra, vicoli caratteristici e scorci particolari.

Piazza Garibaldi e Chiesa di San Francesco
Piazza Garibaldi e vista Chiesa di San Francesco con orologio e campanile.

Tra le varie piazze e piazzette, godetevi anche la vista della centrale Piazza Garibaldi con il Palazzo Baronale illuminato di sera.
Di giorno, Piazza Garibaldi è molto bella con la vista della Chiesa di San Francesco con campanile e orologio.

Quartieri arabi e normanni Ràbata, Saracena, Monte, Piano e Civita

Consigliamo di perdervi tra le stradine alla scoperta dei quartieri arabi e normanni di Tricarico chiamati Ràbata, Saracena, Monte, Piano e Civita.

Come abbiamo già Anticipato Daniela ed io, c’è molto da camminare a piedi e ci sono molte salite e discese. L’affanno si farà sentire, ma la bellezza offerta dal luogo ci fa superare la stanchezza.
Noi due siamo andati alla scoperta di tutte le porte di accesso al centro storico. Abbiamo cercato Porta Rabata, Porta Fontana e le altre porte di accesso alla città vecchia.

Porta e Torre della Rabata
Porta e Torre della Rabata nel centro storico di Tricarico.
Porta Fontana nel centro storico
Porta Fontana da vedere passeggiando nel centro storico.

Cosa vedere: rione con Torre Saracena e Porta Saracena

Assolutamente da vedere il rione con la Torre Saracena. Camminando in queste stradine si avverte il fascino (seppur triste) del paese fantasma. In più, c’è questo piazzale molto suggestivo con case abbandonate che la natura sta sgretolando.

Torre Saracena quartiere arabo di Tricarico
Torre Saracena da vedere nel quartiere arabo di Tricarico.

Andando più avanti in questo piazzale si può vedere anche la Porta Saracena, un altro punto di interesse del quartiere arabo ti Tricarico quasi del tutto disabitato.

Porta Saracena del rione arabo
Porta Saracena del rione arabo nel centro storico di Tricarico.

Cosa visitare a Tricarico nei dintorni

Altri suggerimenti su cosa visitare a Tricarico nei dintorni? Innanzitutto, consigliamo di vedere altre chiese e conventi. Quali? Per esempio c’è il Convento di S. Antonio o il Santuario di Santa Maria di Fonti che custodisce la Madonna con Bambino.

Cosa visitare ancora? Da vedere gli Orti Saraceni dal belvedere panoramico e, per gli appassionati dei percorsi naturalistici, consigliamo un’escursione nel Bosco Tre Cancelli.
Insomma, se avete tempo c’è tanto da esplorare nel territorio di questo comune lucano.

Quartiere Saracena centro storico Tricarico
Quartiere Saracena nel centro storico di Tricarico.

Dove mangiare a Tricarico

Vediamo, adesso, dove mangiare a Tricarico in provincia di Matera (Basilicata). In paese e nei dintorni si trovano pizzerie e ristoranti per pranzare e cenare.
Inoltre, è facile trovare un bar per fare colazione, prendere un caffè o bere una bevanda fresca.

Dove dormire a Tricarico

Ora scopriamo dove dormire a Tricarico. Con l’aiuto di siti e app si possono trovare B&B, case vacanza e alberghi in paese o nelle vicinanze.
Per la ricerca di un hotel più vicino, consigliamo di affidarvi a Booking. Potete aiutarvi nella ricerca anche con Subito, Airbnb o con la classica agenzia viaggi di fiducia.

Centro storico di Tricarico
Centro storico di Tricarico, foto.

Dove si trova Tricarico, come arrivare nel centro storico

Ora vediamo dove si trova Tricarico e come arrivare nel centro storico.

Noi consigliamo di parcheggiare l’auto in viale Regina Margherita (vedi il collegamento con le indicazioni stradali di Google Maps), nei pressi della villa. Qui si trova il parcheggio gratis e comodo per vedere subito la Torre Normanna e, dopo, per avventurarsi tra le attrattive descritte su DoveAlSud.

Tricarico centro storico medievale
Tricarico centro storico medievale tutto da visitare.

Siamo certi che il centro storico medievale di questo paese lucano vi piacerà molto, perché noi ce ne siamo innamorati. Buon divertimento da Daniele e Daniela.

Lascia un commento